BISOGNO DI AIUTO?

ASSISTENZA

DOCUMENTI TECNICI

Sono disponibili i documenti dI riferimento per gli enti che aderiscono a ciascuna delle proposte sviluppate (compliance giuridica, sicurezza, privacy, certificazioni). Ti suggeriamo di aggiornare anche altri eventuali documenti quali: la procedura per la gestione delle segnalazioni (whistleblowing), il codice di comportamento ed eventuali altri documenti che contengono informazioni in materia di anticorruzione.

Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione

Se il PTPC prevede già una sezione dedicata al whistleblowing questa va modificata inserendo le informazioni relative all’adesione al progetto WhistleblowingPA e all’attivazione della nuova piattaforma informatica.

Nel caso la piattaforma informatica non costituisse l’unico canale di segnalazione messo a disposizione dell’ente, ti suggeriamo di renderlo il canale primario, in quanto è quello che permette di ricevere segnalazioni più qualificate e che garantisce standard di sicurezza più elevati sia in relazione all’identità del segnalante che al contenuto delle segnalazioni.

Se il PTPC NON prevede alcuna sezione dedicata al whistleblowing ti consigliamo di aggiungerla e di inserire le seguenti informazioni preliminari prima di introdurre il progetto WhistleblowingPA come indicato sopra:

FORUM

Il forum è uno spazio dedicato agli enti che hanno adottato una delle piattaforme proposte da Transparency International Italia e Whistleblowing Solutions per confrontarsi sulle funzionalità del progetto, nonché per fare richieste di assistenza generale che andranno a beneficio della comunità. Nel forum vengono anche pubblicate novità, opportunità e aggiornamenti sia relativi al progetto che complementari allo stesso.

CONTENUTI FORMATIVI

Transparency International Italia ha creato l’Academy, uno spazio web dove sono pubblicati contenuti formativi gratuiti sul whistleblowing per i dipendenti del settore pubblico. È possibile la partecipazione a un vero e proprio corso formativo gratuito con rilascio di attestato di partecipazione. Per poter partecipare al corso è necessaria la registrazione su academy.transparency.it e accedere al corso Whistleblowing.

FAQ

Sì. La legge prevede l’adozione di uno strumento informatico che garantisca la riservatezza del segnalante. La piattaforma GlobaLeaks gratuita per le PA lo fa, fornendo anche un questionario appositamente studiato per gli scopi anticorruzione.

Non esattamente. WhistleblowingPA è pensato per le pubbliche amministrazioni, compresi gli enti privati sottoposti a controllo pubblico, per adempiere alle previsioni dell’articolo 54bis del D.Lgs. n.165/2001. La piattaforma può essere personalizzata nel caso in cui un ente privato abbia un modello organizzativo ex 231/2001 e sia tenuto a ricevere anche le segnalazioni relative ai reati presupposto indicati nel decreto.

Sì. La versione base è pensata per tutte le amministrazioni che hanno bisogno di uno strumento sicuro e dedicato e che la legge coglie impreparate. È pensato per essere uno strumento adatto sia ai piccoli comuni che ad enti molto strutturati. La versione personalizzata permette un ulteriore miglioramento delle procedure interne di whistleblowing, adattando la piattaforma agli scopi specifici dell’amministrazione.

Per quanto riguarda i fruitori della versione gratuita, viene messo a disposizione delle amministrazioni aderenti un forum  attraverso il quale scambiarsi informazioni e pareri sul suo utilizzo e lo sviluppo. La piattaforma verrà comunque mantenuta operativa e funzionante. Per coloro che contribuiscono e decidono di personalizzare la piattaforma informatica ci sarà un servizio di assistenza specifico da parte dei realizzatori del progetto.

Sì. La sostituzione dell’email può essere fatta direttamente dalla PA sulla piattaforma attivata. Gli altri dati di registrazione rilevano solo allo scopo di registrazione e non sono riportati sulla piattaforma. Durante la registrazione è necessario avere accesso all’email indicata in quanto la procedura di configurazione richiede una verifica dell’email inserita e prevede l’invio di informazioni essenziali all’indirizzo riportato.

Il progetto cerca di aiutare gli enti a sviluppare le migliori procedure per il whistleblowing insieme alla piattaforma informatica. All’interno di questo sito e sul sito di Transparency International Italia verranno pubblicati materiali per aiutare le PA ad andare oltre i requisiti normativi e a creare contesti efficaci per le segnalazioni.

Il software libero di whistleblowing GlobaLeaks è liberamente scaricabile, modificabile e ridistribuibile secondo la licenza opensource AGPL 3.0 dal sito www.globaleaks.org ed è installabile da un tecnico informatico in autonomia secondo le istruzioni riportate sul sito. Non esistono forme di lock-in o impedimenti applicati talvolta in ambito commerciale, sarà infatti possibile esportare e migrare il setup Whistleblowing PA del proprio ente ad una installazione del software gratuito realizzata in autonomia presso i propri sistemi informativi. Tutto il software impiegato e in futuro ulteriormente sviluppato nel progetto Whistleblowing PA è pubblico, libero e gratuito, riutilizzabile da parte di enti, società private, consorzi e associazioni per realizzare progetti simili in autonomia.

No, la legge n.179/2017 prevede che anche dipendenti e collaboratori di aziende fornitrici possano effettuare le segnalazioni e quindi il link deve essere pubblicato sul sito internet.

Sì, consulta la certificazione qui.